Collezioni

Il grande dibattito: cani o gatti sono più intelligenti?

Il grande dibattito: cani o gatti sono più intelligenti?


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Quali sono i più intelligenti, cani o gatti? Uno studio del 2017 potrebbe aver finalmente risolto il dibattito una volta per tutte.

Contando il numero di neuroni in animali già morti, il team potrebbe aver finalmente messo a letto questa domanda. Ma potrebbe non essere tutto ciò che sembra in superficie ...

CORRELATI: 9 INCREDIBILI GADGET MUST PER GLI ANIMALI DOMESTICI

Quale è più intelligente, un gatto o un cane?

Questo è un dibattito senza tempo tra i devoti dei cani e i fanatici felini di tutto il mondo. Entrambi i gruppi sono convinti che il loro particolare amico animale sia leghe avanti rispetto agli altri, ma chi ha ragione?

A quanto pare, uno studio del 2017 potrebbe averlo risolto. Un gruppo di scienziati ha deciso una volta per tutte di risolvere il dibattito in modo obiettivo.

I ricercatori della Vanderbilt University hanno pubblicato i risultati del loro studio sulla rivistaFrontiere nella neuroanatomia.

Fluidificando il cervello di animali già morti, il team è stato in grado di contare il numero di neuroni di ciascun animale. Gli esemplari di animali sono stati donati da uno zoo, una riserva forestale, una struttura di riabilitazione della fauna selvatica e diversi proprietari di animali domestici.

Lo studio non era solo dedicato al confronto tra cani e gatti. Ha anche esaminato il cervello di furetti, manguste, procioni, iene, leoni e un orso bruno.

La neuroscienziata Suzana Herculano-Houzel, uno dei responsabili dello studio, ha contribuito a creare la tecnica che era stata originariamente ideata per contare i neuroni nel cervello umano. Il processo comporta la dissoluzione del cervello, che a sua volta liquefa ogni singolo neurone.

Il brodo cerebrale risultante viene quindi schiacciato, separando i nuclei dei neuroni. Il team ha quindi contato questi neuroni fluttuanti per determinare il numero totale di neuroni presenti.

Il risultato? Hanno scoperto che i cani sembravano avere quasi il doppio del numero di neuroni dei gatti - - 530 milioni nella loro corteccia per essere precisi. I gatti, d'altra parte, avevano "solo" 250 milioni.

Per mettere questi valori in prospettiva, un essere umano ha intorno 16 miliardi di neuroni. Secondo questa metrica, gli esseri umani sono circa 30 volte "più intelligente" dei cani e dintorni 60 volte "più intelligente" dei gatti.

Se il numero totale di neuroni in un cervello equivale all'intelligenza, sembra che ci sia un chiaro vincitore.

"[L '] implicazione logica è che, sì, i cani sono molto più capaci dei gatti", ha detto Herculano-Houzel in un PBS NewsHour intervista sull'argomento.

I gatti sono più intelligenti dei cani, sì o no?

Secondo lo studio sopra menzionato, i cani sembrano avere molti più neuroni e, per estensione, capacità intellettuali, rispetto ai gatti. Ma potrebbe non essere tutto come sembra.

Lo studio ha anche riservato altre sorprese per il numero di neuroni in altri mammiferi carnivori. I predatori più grandi come la iena, il leone e l'orso bruno avevano tutti meno neuroni di alcuni di quelli più piccoli.

In effetti, l'orso bruno ne aveva tanti quanti sono i cervelli di gatto dello studio. Un'altra sorpresa è arrivata dai procioni.

Hanno scoperto che, anche se il loro cervello ha le dimensioni di un gatto, avevano tanti neuroni quanto il cervello di un cane. In effetti, il rapporto tra neuroni e dimensioni del cervello rivaleggiava con quello di alcuni primati.

"Il numero molto elevato di neuroni che abbiamo trovato nella corteccia del procione si adatta molto bene alla tradizione sui procioni", ha spiegato Herculano-Houzel. "Corrisponde a quanto siano incredibilmente ingegnose queste piccole creature e quanto siano brave a risolvere i problemi quando si tratta di trovare cibo".

Hanno anche studiato il cervello di alcuni erbivori per testare l'ipotesi che richiedessero meno capacità intellettuali e quindi avrebbero dovuto avere meno neuroni. Ciò che era affascinante è che molti degli erbivori avevano effettivamente neuroni comparabili come loro rivali carnivori.

Anche gli animali domestici rispetto agli animali selvatici hanno mostrato poche variazioni. Ciò suggerisce, quasi controintuitivamente, che le dimensioni del cervello di un animale e il numero di neuroni che racchiude non forniscono necessariamente un utile "metro" per l'intelligenza.

Questa non è una sorpresa per altri esperti del settore come Brian Hare. È il fondatore e direttore del Canine Cognition Center della Duke University.

"Chiedere quale specie sia più intelligente è come chiedere se un martello è uno strumento migliore di un cacciavite", ha spiegato Hare. "Ogni strumento è progettato per un problema specifico, quindi ovviamente dipende dal problema che stiamo cercando di risolvere."

Ogni specie, secondo Hare, è stata plasmata dall'evoluzione per risolvere i problemi che ne hanno maggiormente influenzato la sopravvivenza e la riproduzione nel tempo. Non troverai un delfino seduto su un albero, o uno scimpanzé che pesca in mare; eppure entrambi sono ampiamente considerati animali molto intelligenti nel loro habitat.

Ciò sembra essere confermato, in parte, da uno studio del 2019 che studia la correlazione tra conteggio dei neuroni e comportamento intelligente. Hanno concluso che era molto difficile stabilire una reale correlazione.

Allora cosa sta succedendo qui? Come tutta la buona scienza, ora sembra che abbiamo più domande che risposte.

Ad esempio, il numero di neuroni e intelligenza è una scala lineare? O forse è esponenziale? Forse il numero di neuroni non è davvero il fattore principale che determina l'intelligenza nelle creature viventi?

Alcuni neuroscienziati credono che l'intelligenza abbia più a che fare con le connessioni tra i neuroni piuttosto che con la loro quantità. In uno studio del 2018, è stato scoperto che le persone con un QI più elevato sembravano avere meno connessioni tra i neuroni nello strato esterno del cervello.

Se fosse vero, questo potrebbe spiegare perché alcuni animali possono "cavarsela" con meno neuroni e mostrano comunque un'intelligenza notevole per le dimensioni del loro cervello. Come dice l'adagio, potrebbe essere più sulla "qualità sulla quantità".

Ma forse non lo sapremo mai con certezza.

I gatti sono intelligenti?

Come abbiamo visto sopra, dipende dalle tue metriche. Molti scienziati ora considerano l'intelligenza, specialmente negli animali, una sorta di spettro.

Kristyn Vitale Shreve, ricercatrice di cognizione e comportamento dei gatti presso la Oregon State University, ha spiegato PBS che l'intelligenza non è così "tagliata e secca".

Ad esempio, i gatti sono ampiamente considerati ottimi cacciatori. Ciò richiede notevoli capacità mentali per avere successo.

I cani non sono così bravi e gli umani impallidiscono al confronto. Ma se testiamo gatti, cani e esseri umani, diciamo, per abilità matematiche, gli umani sarebbero il chiaro vincitore.

Secondo scienziati come Vitale Shreve, dobbiamo smettere di mettere le specie l'una contro l'altra in confronti diretti poiché ognuna è intelligente a modo suo. Tuttavia, riconosce che è necessario sviluppare alcuni studi comparativi che si concentrino maggiormente sul comportamento, piuttosto che sulla pura fisiologia, che può appianare la differenza tra i cervelli delle specie.

Ma questo è notoriamente difficile, specialmente con i gatti. I gatti tendono a essere molto poco collaborativi. È per questo motivo che sono stati completati pochissimi studi su di essi.

"C'è questa percezione che i gatti siano non addestrabili o forse difficili da lavorare", ha spiegato Vitale Shreve. "I gatti mostrano molte variazioni individuali e hanno personalità distinte, il che rende difficile per i ricercatori capirli".

Che i gatti siano intelligenti o meno è come determinare l'intelligenza in qualsiasi altro animale. È, per definizione, davvero molto sfumato.

Qual è l'animale più intelligente del mondo?

Se togliamo gli esseri umani dall'equazione, sono stati condotti vari studi sulla relativa "intelligenza" dei nostri cugini animali.

Secondo varie fonti, i geni "top 8" del regno animale sembrano essere i seguenti: -

  • Scimpanzé
  • Suini
  • Delfini tursiopi
  • Pappagalli
  • Balene
  • Cani
  • Polpo
  • Elefanti


Guarda il video: 10 CANI PIÙ GRANDI DEL MONDO (Potrebbe 2022).


Commenti:

  1. Coilleach

    Quali parole ... fantastiche, una frase eccellente

  2. Hjalmar

    assolutamente d'accordo con la frase precedente

  3. Itotia

    Otterrai un buon risultato

  4. Phantasos

    Bel post! Ho elaborato molte cose nuove e interessanti per me stesso! Vado a dare un link a un amico in ICQ :)

  5. Nele

    Ritengo che non hai ragione. sono sicuro. Discutiamolo. Scrivimi in PM, ne parleremo.

  6. Nekazahn

    Grazie per il vostro sostegno. Sarei.



Scrivi un messaggio