Interessante

Le cellule del cuore umano si alterano durante il volo spaziale, ma tornano rapidamente alla normalità sulla Terra

Le cellule del cuore umano si alterano durante il volo spaziale, ma tornano rapidamente alla normalità sulla Terra


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Con i viaggi spaziali turistici che diventano sempre più una nozione realistica, scoprire come reagiscono le nostre cellule e corpi umani mentre sono nello spazio è fondamentale. Attualmente, questo è uno studio importante per chi è già diretto nello spazio: gli astronauti.

I ricercatori della Stanford University hanno approfondito come cambiano le nostre cellule cardiache quando siamo nello spazio e cosa succede loro quando torniamo sulla Terra.

Lo studio è stato pubblicato giovedì in Rapporti sulle cellule staminali.

CORRELATO: IL NUOVO SENSORE SIMILE A BRACCIALE SLAP STUDIA LE CELLULE CARDIACHE IN DETTAGLI SENZA PRECEDENTI

Lo studio

Lo studio ha rapidamente dedotto che le cellule del cuore umano si alterano durante il volo spaziale. Tuttavia, tornano alla normalità in tempi relativamente brevi una volta tornati sulla Terra.

Il punto dello studio era scoprire come cambiano le cellule e cosa si potrebbe fare in futuro per evitare che questi cambiamenti si verifichino.

Lo studio potrebbe "giovare alla salute degli astronauti durante i voli spaziali di lunga durata". https://t.co/Fxil6Y4sz0

- Futurism (@futurism) 7 novembre 2019

Studi precedenti hanno evidenziato che la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna diminuiscono durante il volo spaziale, aumentando la quantità di sangue pompato dal nostro cuore. Ma questi studi non hanno mai spiegato come sia successo.

Così Alexa Wnorowski della Stanford University e i suoi colleghi hanno deciso di concentrarsi sulla questione.

"Il nostro studio è nuovo perché è il primo a utilizzare cellule staminali pluripotenti indotte dall'uomo per studiare gli effetti del volo spaziale sulla funzione cardiaca umana", ha detto l'autore senior dello studio Joseph C. Wu della Stanford University School of Medicine.

"La microgravità è un ambiente che non è molto ben compreso, in termini di effetto complessivo sul corpo umano, e studi come questo potrebbero aiutare a far luce su come le cellule del corpo si comportano nello spazio, specialmente quando il mondo si imbarca sempre di più e missioni spaziali più lunghe come andare sulla Luna e su Marte ", ha osservato Wu.

In che modo il team ha scoperto i risultati?

Per cominciare, il team ha prelevato il sangue da tre volontari che non avevano una storia di malattie cardiache. Alcune delle cellule del sangue sono state riprogrammate e sono state create per formare cellule del muscolo cardiaco.

Il volo spaziale altera le cellule del cuore umano, ma cambiano quando vengono restituiti sulla Terrahttps: //t.co/kpUFbhzGo3

- Metro Science & Tech (@Metro_Tech) 8 novembre 2019

La metà di queste cellule è stata inviata alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e l'altra metà del campione è stata conservata sulla Terra.

Dopo 4,5 settimane, le cellule della ISS sono state riportate sulla Terra e sono state esaminate per gli effetti della microgravità.

Cosa ha scoperto il team?

Al ritorno sulla Terra, il team ha scoperto differenze nel modo 3.000 geni sono stati espressi in queste cellule. I geni responsabili del metabolismo e del funzionamento dei mitocondri sono stati quelli che hanno subito i maggiori cambiamenti.

Principali reti di notizie che coprono il nostro lavoro @StanfordCVI @ArunSharmaPhD @StanfordDeptMed @stanfordvasc
Il volo spaziale altera le cellule del cuore umano ma tornano (per lo più) normali sulla Terrahttps: //t.co/T9VWLu8xj2

- Nazish Sayed (@Nazish_Sayed) 7 novembre 2019

Tenendoli d'occhio, si è scoperto che in giro 1,000 di questi geni sono rimasti diversi dopo dieci giorni indietro sulla terra. Il resto, tuttavia, è tornato alla normalità prima.

Ciò che lo studio non ha scoperto, o su cui si è concentrato, erano gli effetti che questi cambiamenti cellulari potrebbero aver avuto sugli astronauti, o addirittura sui futuri viaggiatori spaziali.

Quindi il team sta continuando la sua ricerca e sta pianificando di inviare strutture di tessuto 3D con un numero di diversi tipi di cellule all'ISS per osservare come cambiano.


Guarda il video: COSA È SUCCESSO A QUESTASTRONAUTA RIMASTO SOLO NELLO SPAZIO?! (Luglio 2022).


Commenti:

  1. Dominick

    È vero! Penso che questo sia un concetto molto diverso. Pienamente d'accordo con lei.

  2. Kazil

    È piacevole, questo pensiero ammirevole deve essere proprio di proposito

  3. Kolby

    Mi scuso, ma non potresti fornire un po 'più di informazioni.

  4. Jett

    Considero che ti sbagli. Posso difendere la posizione.



Scrivi un messaggio