Informazione

I doodle di questa studentessa di Stanford le hanno fatto guadagnare il soprannome di "The Science Sketcher"

I doodle di questa studentessa di Stanford le hanno fatto guadagnare il soprannome di


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Dottorato di ricerca in psicologia di Stanford la studentessa Natalia Vélez ha iniziato a disegnare durante i colloqui accademici un anno fa. Ora, si è guadagnata il soprannome di "The Science Sketcher" per il suo lavoro.

I primi giorni di scarabocchiare

Vélez ha iniziato la sua abitudine di scarabocchiare scarabocchiando ai margini dei quaderni durante le scuole elementari e superiori.

"Anche se prestassi attenzione in classe, sarei così irrequieta", ha detto durante una recente intervista a Stanford. "Ho sempre avuto bisogno di fare qualcosa con le mie mani."

Tuttavia, ha smesso di scarabocchiare per diversi anni, fino a quando nel 2017 ha notato il professore associato di psicologia di Stanford Michael C. Frank che disegnava ritratti di oratori. Questo l'ha ispirata a ricominciare a scarabocchiare.

CORRELATO: QUESTO INSEGNANTE DI FISICA FA ARTE FUORI DALLE FORMULE

"Ho pensato, sembra divertente", ha detto Vélez. Da lì, ha iniziato a disegnare a conferenze e raduni, nonché a eventi di dipartimento, relatori in visita e conferenze settimanali di area di dipartimento.

Condividendo il suo lavoro

Vélez condivide le sue illustrazioni sul suo feed Twitter, @natvelali. "Ultimamente, ho anche avuto la possibilità di abbozzare i discorsi di difesa della tesi dei miei compagni di coorte, il che è stato divertente, ma anche agrodolce", ha detto.

All'inizio di quest'anno, Vélez ha debuttato come "The Science Sketcher" inNewsletter di Stanford Psychology, una funzionalità che ora diventerà un normale.

Vélez ha condiviso che era felice di vedere che disegnare in classe o durante altri eventi non solo era accettato ma apprezzato. Questa è una grande differenza rispetto al modo in cui il suo disegno era percepito al liceo, dove si era messa nei guai per aver disegnato.

Ora, Vélez spera solo che il suo lavoro possa portare qualche beneficio ai suoi compagni di classe e colleghi accademici. "Lo schizzo mi ha sempre aiutato a concentrarmi, ma spero che possa essere di qualche piccolo beneficio anche per gli altri", ha detto.


Guarda il video: Progettare un poster efficace! - Grafi-Critiche ep. (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Fekazahn

    È insensato.

  2. Usbeorn

    Ho pensato e ho rimosso l'idea



Scrivi un messaggio