Informazione

Women in Tech: il loro stato attuale, cosa hanno ottenuto e cosa vogliono

Women in Tech: il loro stato attuale, cosa hanno ottenuto e cosa vogliono


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Qual è lo stato attuale delle donne nella tecnologia? Ci sono dati che offrono risposte. Il primo video qui sotto spiega come sia successo che solo una posizione su quattro nel settore tecnologico sia ricoperta da donne oggi.

Quelli di noi che sono stati a conferenze tecnologiche e prestano attenzione al livello di rappresentanza notano che le donne sono di solito molto più numerose. Ora ci sono dati per dimostrarlo.

Speak Up: Porting More Women’s Voices to Tech Conferences gettano i riflettori sulle sue donne alle conferenze tecnologiche e sulla loro palese sottorappresentazione. Tra i suoi risultati chiave c'erano:

  • Solo un quarto dei keynote delle conferenze tecnologiche negli ultimi tre anni erano donne.
  • Tre quarti delle donne intervistate che hanno partecipato a un pannello in una conferenza tecnica riferiscono di essere l'unica donna nel pannello.
  • Il settantasei percento delle donne afferma che sarebbe più probabile che partecipasse a una conferenza con un oratore principale, un relatore o un altro programma che includa una donna.

Quindi, nonostante tutti i discorsi su diversità, inclusività e rappresentanza che le organizzazioni promuovono, le posizioni delle donne alle conferenze tecnologiche sono ancora insufficienti. Ma le cose vanno meglio nelle sfere meno pubbliche dei luoghi di lavoro quotidiani?

CORRELATI: PER LA PRIMA VOLTA IN SEMPRE, LA MAGGIOR PARTE DEI RESPONSABILI DEL DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DEL MIT SONO DONNE

Come fare le donne si classificano nel campo tecnologico?

Secondo le statistiche sulle donne nella tecnologia raccolte da Honeypot, il primo paese per le donne nella tecnologia è il Portogallo. Un grande impulso per quella classifica è quello 30.56% dei laureati che conseguono lauree STEM (scienze, tecnologia, ingegneria e matematica) sono donne.

Al contrario, le donne laureate STEM ammontano a 24.24% negli Stati Uniti, che ottiene il secondo posto nella classifica di Honeypot. Quel numero è molto vicino alla percentuale che costituisce il settore tecnologico statunitense negli Stati Uniti (24.61%). La percentuale del Portogallo in quella categoria è in realtà un po 'più bassa, giusto 16.08%.

Ulteriori dati sulle donne nel settore tecnologico negli Stati Uniti sembrano confermare quella cifra che si aggira intorno a un quarto. Riflette il numero di ingegneri in società reali nell'elenco Women in Tech di Tracy Chou, un foglio di calcolo che viene aggiornato regolarmente.

Che dire della parità salariale e dell'avanzamento?

Persino quelle donne che si sono assicurate un lavoro nel campo della tecnologia tendono a non essere pagate tanto quanto i loro colleghi maschi. Secondo i dati di Honeypot, in Portogallo gli uomini guadagnano 11.1% più delle donne, e negli Stati Uniti il ​​divario retributivo è 11.86%. I divari sono simili in altri paesi, anche se alcuni si avvicinano 10%, e alcuni addirittura superiori 25%.

Inoltre, le donne tendono a non raggiungere le posizioni più alte degli uomini. "Le donne hanno molte più probabilità di occupare posizioni junior rispetto agli uomini" ammette HackerRank. L'ha trovato 20% delle donne rimane in posizioni junior anche quando hanno più di 35 anni, il che significa che hanno "3,5 volte più probabilità di essere in posizioni junior" rispetto agli uomini della stessa età.

Sebbene le donne abbiano maggiori probabilità di rimanere in posizioni junior, è molto meno probabile che raggiungano il livello di responsabile delle assunzioni. Una delle osservazioni nei commenti di Kaggle di HackerRank era che un semplice 10.3% dei responsabili delle assunzioni intervistati erano donne.

Tammy Moskites, amministratore delegato e dirigente della sicurezza di Accenture, ha offerto dati sulle donne in posizioni di leadership nelle società Fortune 500 globali per un articolo di Forbes sul tema delle donne nella tecnologia. Le cifre erano solo leggermente migliori di quelle del sondaggio Kaggle: Il 13% erano donne.

Ha aggiunto, tuttavia, che include "non solo CISO" ma anche "CIO e dirigenti senior come un VP nell'arena tecnologica". In tutto, si tratta di quello che lei ha definito "un importo molto, molto piccolo che equivale a circa 65 aziende su 500".

Il resoconto delle donne ancora più sottorappresentate nelle posizioni tecnologiche di livello superiore si adatta alle cifre citate da un rapporto del 2014, The Gender Divide in Tech-Intensive Industries. Ha scoperto che le donne hanno inventato 55% di posti di lavoro entry-level per la tecnologia, mentre gli uomini hanno compensato 39%.

Il problema della conservazione

Il rapporto Gender Divide evidenzia il problema della fidelizzazione: anche quando più donne entrano nel campo tecnologico, è più probabile che se ne vadano rispetto agli uomini. Le donne che avevano ottenuto le credenziali per essere responsabili delle assunzioni di solito non sono rimaste per godersi l'aumento di rango, poiché le donne MBA hanno lasciato il settore a un ritmo di 53% in contrasto con 31% degli uomini.

In "Won't You Stay? Come mantenere le donne nelle carriere tecnologiche ”Janet Foutty, presidente e CEO, Deloitte US ha sottolineato il problema che metà delle donne che entrano nei campi STEM se ne vanno entro il punto di 10 anni della loro carriera.

Ha osservato: "Se potessimo ridurre l'attrito femminile solo del 25%, aggiungeremmo 220.000 lavoratori al pool di talenti scientifici, ingegneristici e tecnologici". Questa è una differenza significativa che potrebbe cambiare l'equilibrio per la carenza di competenze tecnologiche di cui si lamentano tanti datori di lavoro.

Cosa vogliono le donne in tecnologia?

Mentre le persone possono teorizzare su cosa sarebbe necessario per mantenere le donne nel campo tecnologico, è probabilmente meglio chiedere loro semplicemente cosa vogliono. Questo è esattamente quello che ho fatto per un articolo pubblicato su Techopedia.

Ho inviato una domanda a HARO che ha attirato un numero enorme di risposte. Il consenso generale è stato che le donne vogliono ricevere la stessa considerazione e riconoscimento assegnato agli uomini sul campo.

Alcune donne hanno anche affrontato il problema particolare della scarsità di donne in posizioni di leadership. Ad esempio, Libby Fischer, CEO di Whetstone Education, ha affermato quanto segue:

“Quello che desidero di più nel mondo della tecnologia è l'opportunità per più donne di essere in grado di raggiungere ruoli di leadership in questo settore. La mancanza di donne in ruoli di leadership nella tecnologia crea meno modelli di ruolo, quindi, a loro volta, le donne pienamente qualificate non vedono la tecnologia come un'opzione di carriera per loro ".

Affinché ciò avvenga, tuttavia, ha osservato Fischer, "" abbiamo bisogno di alleati maschi - VC, membri del consiglio di amministrazione, co-fondatori, ecc. - per cercare intenzionalmente donne che occupino posti di leadership nella loro azienda ".

Diverse donne hanno notato che le donne possono essere frenate dalla propria insicurezza, poiché non è affatto raro sperimentare la sindrome dell'impostore. "Questo fatto ci trattiene enormemente quando stiamo lottando per far sentire la nostra voce in una stanza piena del sesso opposto", ha osservato Catherine Chan, CEO di Fitln LTD.

Ha aggiunto: "Il mio più grande desiderio sarebbe che le donne superassero questa idea di essere meno di un'autorità nell'arena in cui sono esperte".

Ma a volte non sono le donne a dubitare di se stesse, ma quelle intorno a loro che sono tormentate da pregiudizi inconsci.

Monika Radclyffe, direttrice del centro di SETsquared Bristo, ha descritto che le donne imprenditrici spesso si imbattono in questo:

"Il feedback che abbiamo ricevuto dalle donne imprenditrici è che alcune sono state scambiate per segretarie o assistenti sociali, e molte sentono di dover portare colleghi uomini alle riunioni di investimento. Alle donne imprenditrici viene chiesto come destreggiarsi tra i loro affari con la famiglia, gli imprenditori maschi lo sono raramente ".

Parla di meno e fai di più

C'è un certo grado di ipocrisia che affligge le organizzazioni che danno grande importanza al fatto di preoccuparsi di riconoscere le donne ma non di effettuare un cambiamento reale. Una delle donne intervistate per il pezzo di Techopedia, Sage Franch, co-fondatrice e CTO di Crescendo e fondatrice di Trendy Techi, chiama questa "inclusione performativa".

Invece di buttare soldi agli eventi "call-to-action" come la Giornata internazionale della donna, è ora che iniziamo l'azione vera e propria ". ha affermato. Ha aggiunto questa importante intuizione: "Spendere soldi per pannelli e annunci non compensa la mancanza di iniziative di inclusione interna. E non è sufficiente assumere solo più donne, le aziende devono impegnarsi per rendere le proprie culture inclusive da zero ".


Guarda il video: Womens CrossFit Total2020 CrossFit Games (Potrebbe 2022).


Commenti:

  1. Lornell

    Accidenti nel viaggio ...

  2. Abriell

    Sì ... sono uscito OCH Cool

  3. Halburt

    Sì, la qualità probabilmente non è molto ... Non guarderò.

  4. Berto

    Mi dispiace, che ha interferito... A me una situazione simile. È possibile discutere. Scrivi qui o in PM.

  5. Manley

    In vano lavoro.



Scrivi un messaggio