Interessante

Il documentario "Apollo 11" è una meticolosa ricostruzione di filmati lunari

Il documentario

Buzz Aldrin mette piede sulla luna NASA

La scorsa notte, il documentario "Apollo 11", estremamente ben accolto, è stato presentato in anteprima televisiva sulla CNN. Andrà di nuovo in onda sulla rete di notizie il 29 giugno alle 21:00. e alle 12 EDT.

Il film, montato e diretto dal regista Todd Douglas Miller, è il risultato di oltre due anni di meticoloso esame dei vecchi archivi della NASA, per portare sullo schermo il primo atterraggio lunare riuscito.

CORRELATI: PERCHÉ CI SERVE TANTO TEMPO PER TORNARE SULLA LUNA

Filmati mai visti prima

"Apollo 11" è stato presentato in anteprima nelle sale il 1 marzo 2019.

A 50 anni da quando lo sbarco sulla luna è stato un successo, il documentario viene mostrato sulla CNN, nei centri scientifici e nei musei di tutto il mondo.

È stato persino collegato alla Stazione Spaziale Internazionale per l'equipaggio lì.

Gran parte del documentario è stato sviluppato da filmati da 70 mm scoperti di recente e da 11.000 ore di registrazioni audio che non erano state precedentemente viste dal pubblico.

Miller e il suo team hanno utilizzato una nuova tecnologia sviluppata dalla società di produzione Final Frame per trasferire il film in straordinari formati digitali ad alta risoluzione 4K, 8K e persino 16K.

Il film uscirà anche in Blu-ray, DVD e video on demand da Universal Pictures.

Scoperte di sincronizzazione audio e video

Forse uno dei motivi per cui alcuni filmati d'archivio della NASA non hanno visto la luce per 50 anni è che i file video e audio corrispondenti sono stati archiviati separatamente. Questo ha reso un'impresa estremamente impegnativa presentare il filmato al pubblico.

"Non c'era un modo veramente efficiente per sincronizzare il suono allora, e non aveva davvero senso. I cameraman della NASA erano davvero lì per catturare b-roll, in pratica", ha detto Todd Douglas Miller in un'intervista alla CNN.

Quindi Miller e il suo team hanno abbinato meticolosamente l'audio al suo filmato video e hanno trovato alcune affascinanti intuizioni sugli astronauti dell'Apollo 11 lungo la strada. Soprattutto, osserva Miller, ha dato un vero senso della passione e dell'eccitazione provate dai militari che erano abituati a essere tutti coinvolti nella missione.

"Nelle interviste a Neil Armstrong è stato chiesto: 'Qual è stato il tuo momento più idilliaco della missione?'", Ha detto Miller alla CNN.

"E non stava mettendo piede sulla superficie lunare, non stava tornando a casa sani e salvi. Stava vedendo la luna a circa 100.000 miglia di distanza e vedendo accadere una corona solare. E lo senti quando senti l'audio a bordo degli astronauti , li senti descriverlo. "

A chiunque abbia sognato di andare nello spazio, o che voglia meravigliarsi delle conquiste tecnologiche dell'umanità, guarda "Apollo 11."


Guarda il video: Sbarco sulla Luna - missione Apollo 11 (Gennaio 2022).