Interessante

La spedizione "Five Deeps" e il Challenger Deep

La spedizione

Nel 1872, la Royal Society of London, su sollecitazione di Charles Thomson dell'Università di Edimburgo, ottenne dalla Royal Navy una nave chiamata Sfidante. I 17 cannoni della nave sono stati rimossi e la nave è stata dotata di laboratori, cabine extra e una speciale piattaforma di dragaggio. Quindi, sotto il capitano George Nares, salpò per una spedizione che avrebbe cambiato il mondo e lanciato la scienza dell'oceanografia.

VEDI ANCHE: NUOVE SPECIE DI MEDUSE RIFLETTENTI SCOPERTE A MARIANAS TRENCH

Non è appropriato chiamare questo pianeta Terra quando è chiaramente Oceano.- Arthur C. Clarke

Lo scopo della spedizione Challenger era di:
1. Indagare la profondità, la temperatura, la circolazione, la gravità specifica e la penetrazione della luce nei grandi bacini oceanici.
2. Determinare la composizione chimica dell'acqua di mare a varie profondità, la materia organica e le particelle in sospensione.
3. Accertare il carattere fisico e chimico dei depositi di acque profonde e le sorgenti di tali depositi.
4. Studiare la distribuzione della vita organica a diverse profondità e sul fondo del mare.

Nei suoi più di tre anni in mare e nel corso del suo viaggio di 68.890 miglia nautiche (79.280 miglia / 127.580 km), il

Challenger ha circumnavigato il globo, ha effettuato sondaggi in acque profonde, dragato il fondo e scoperto 4.700 nuove specie di vita marina.

Per misurare la profondità del mare, l'equipaggio ha abbassato le corde con un peso attaccato. Quindi, il 23 marzo 1875, un sondaggio effettuato in una località nell'Oceano Pacifico sud-occidentale tra Guam e Palau, rivelò la profondità sbalorditiva di 8184 metri.

Challenger si trovava all'estremità meridionale della Fossa delle Marianne, il luogo più profondo della terra, e da quel momento in poi il luogo divenne noto come "Challenger Deep". I sondaggi moderni in quella posizione hanno messo la sua profondità a 36.070 piedi (10.994 metri).

Al suo ritorno, il "Rapporto sui risultati scientifici del viaggio esplorativo di H.M.S. Challenger durante gli anni 1873-76" era di 50 volumi ed era lungo quasi 30.000 pagine. Gli esemplari marini che sono stati riportati sono ancora oggi all'esame. Per onorare Challenger, la nave per il rilevamento geologico marino Glomar Challenger e lo Space Shuttle Challenger furono intitolati a lei.

Tre esploratori sfidano il fondo dello sfidante

Il 23 gennaio 1960, l'oceanografo svizzero Jacques Piccard e il membro della Marina degli Stati Uniti Don Walsh scesero sul pavimento della Fossa delle Marianne a bordo del batiscafo Trieste. Hanno raggiunto una profondità di 35.813 piedi / 10.916 metri, ma hanno trascorso solo 20 minuti sul fondo dopo che le basse temperature a quella profondità hanno causato una crepa in uno dei vetri delle finestre esterne.

Il 25 marzo 2012, il regista James Cameron (Avatar, Titanic, The Abyss) ha guidato un sommergibile di 2,5 piani lungo 11 chilometri fino al fondo del Challenger Deep. Cameron ha trascorso diverse ore sul fondo del mare, raccogliendo campioni e registrando video.

I "Five Deeps"

Ora, quasi 150 anni dopo la Challenger Expedition, un'altra spedizione chiamata "Five Deeps", ha deciso di visitare il punto più profondo in ciascuno dei cinque oceani della Terra: 1. La fossa di Porto Rico nell'Oceano Atlantico (27.480 piedi / 8.376 metri) 2. The South Sandwich Trench nell'Oceano Antartico (24.390 piedi / 7.434 metri) 3. The Java Trench nell'Oceano Indiano (23.917 piedi / 7.290 metri) 4. The Challenger Deep nell'Oceano Pacifico (35.843 piedi / 10.925 metri ) 5. Molloy Deep in the Arctic Ocean (18.284 piedi / 5.573 metri).

La spedizione è finanziata da Victor Vescovo, che ha scalato le "Seven Summits", la montagna più alta di ciascuno dei sette continenti della terra. Pilotando un sommergibile da 12,5 tonnellate in lega di titanio, Vescovo ha raggiunto il fondo della fossa di Porto Rico a dicembre 2018. A febbraio 2019, ha raggiunto il fondo della fossa di South Sandwich.

Nell'aprile 2019, Vescovo è pronto per immergersi nella fossa di Giava e le due immersioni rimanenti devono ancora essere programmate. Lungo il percorso, la spedizione afferma che effettueranno indagini e si immergeranno in siti di importanza storica o di significato scientifico.


Guarda il video: Mariana Trench. The Deepest u0026 Most Unexplored Place On The Planet (Gennaio 2022).