Informazione

I piloti hanno 40 secondi per provare a salvare 737 MAX 8 in caso di malfunzionamento dell'autopilota

I piloti hanno 40 secondi per provare a salvare 737 MAX 8 in caso di malfunzionamento dell'autopilota


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La crisi in corso per Boeing sui loro aerei 737 MAX 8 continua come un nuovo rapporto di New York Times mostra che i piloti avevano meno di 40 secondi per cercare di salvare l'aereo da un incidente durante i test di simulazione di volo.

Voli di prova nel simulatore rivelano la sequenza di eventi ad alta posta in gioco

Nell'indagine in corso sull'incidente del volo Ethiopian Airlines 302 da Addis Abeba, Etiopia e del volo Lion Air 610 da Jakarta, Indonesia, gli investigatori hanno testato il sistema software di volo automatizzato che si sospetta abbia istigato la serie fatale di eventi che ha portato allo schianto dei due Boeing 737 MAX 8 a meno di sei mesi di distanza.

VEDI ANCHE: PARALLELI TRA IL 737 MAX 8 E GLI INCIDENTI CON IL DC-10 DELLA FINE ANNI '70

Durante le simulazioni, utilizzando sistemi identici a quelli utilizzati da entrambi i 737 MAX 8, gli investigatori hanno provocato un guasto in un sensore sul muso del velivolo simulato che avrebbe attivato la funzione antistallo del sistema automatizzato.

Secondo due fonti anonime per il New York Times segnalare che sono stati coinvolti nei test, i piloti nei simulatori avevano meno di 40 secondi per disinnestare il sistema al fine di evitare un incidente mortale. Quando il sistema si attivava, lo faceva per dieci secondi, spingendo il naso verso il basso. Quindi si fermava per cinque secondi prima di riprendersi per altri dieci secondi, spingendo il naso ancora più in basso. Dopo un'ultima pausa di cinque secondi, si sarebbe innestato per la terza volta, spingendo il muso dell'aereo abbastanza in basso da far sì che l'aereo entrasse in una picchiata troppo ripida perché qualsiasi pilota potesse riprendersi.

I test erano basati su ciò che gli investigatori sanno per certo sullo schianto del volo Lion Air 610 e secondo il rapporto, è stata una sorpresa per i piloti coinvolti. Anche sapendo che il sistema si sarebbe attivato durante i test, non avevano previsto quanto sarebbe stata potente la risposta automatizzata.

L'addestramento dei piloti è deliberatamente mantenuto al minimo

All'inizio, Boeing ha preso la decisione di progettare l'aereo il più possibile per conformarlo ai precedenti modelli 737. Ciò darebbe al produttore di aeromobili un vantaggio nell'ottenere un nuovo aereo sul mercato per competere con il nuovo aeromobile A320neo di Airbus e sarebbe anche un punto di forza importante per l'aereo che fosse semplicemente una versione migliore dei vecchi 737.

Parte di questo sforzo consisteva nel garantire che il 737 MAX 8 ricevesse la stessa classificazione per aeromobili dei precedenti 737. In questo modo, i piloti che erano già stati certificati per pilotare quei precedenti modelli 737 avrebbero potuto estendere la loro certificazione esistente anche al 737 MAX 8. Non ci sarebbe stato bisogno che le compagnie aeree spendessero soldi per l'addestramento poiché, poiché Boeing l'avrebbe venduto, i piloti sapevano già come pilotare il nuovo aereo.

"C'è una finestra limitata per risolvere questo problema ..." - John Cox, Aviation Consultant & Ex 737 Pilot, New York Times

Il problema è che come parte del nuovo sistema automatizzato, l'MCAS, la funzione antistallo era del tutto nuova per il 737 MAX 8, conseguenza di una modifica al posizionamento del motore sull'ala che ha cambiato l'aerodinamica del l'aereo, ma ha migliorato l'efficienza. I piloti qualificati per pilotare i precedenti modelli 737 non avrebbero avuto esperienza con questo sistema. Progettato per ingaggiare solo se un pilota prendeva un angolo così ripido che l'aereo si sarebbe fermato, era considerato semplicemente un fail-safe automatico, qualcosa che un pilota avrebbe incontrato raramente, se non mai. Boeing e le autorità di regolamentazione credevano che i piloti non avessero nemmeno bisogno di essere informati su questa funzione e hanno inviato avvisi sul sistema solo dopo che l'indagine Lion Air ha iniziato a suggerire che questo sistema potrebbe aver avuto un ruolo nell'incidente.

Secondo alcuni rapporti dei piloti, l'estensione del loro addestramento sul nuovo velivolo 737 MAX 8 era un corso online di un'ora utilizzando un iPad, con zero addestramento fatto in un vero simulatore. Inoltre, secondo almeno un reclamo anonimo del pilota presentato all'Aviation Safety Reporting System, la nuova funzione anti-stallo non è stata spiegata completamente in alcuni manuali di volo anche dopo che gli avvisi sono usciti dopo l'incidente Lion Air, suggerendo al pilota ha presentato il rapporto definendo la documentazione della funzione antistallo MCAS "inadeguata e quasi penalmente insufficiente".

Decisioni in una frazione di secondo, con conoscenze avanzate, necessarie per salvare un aereo catturato in ciclo anti-stallo

Questa mancanza di consapevolezza da parte del pilota del sistema, della sua potenza e delle procedure su come spegnerlo sono alcuni dei punti chiave che gli investigatori stanno esaminando con gli incidenti di Lion Air ed Ethiopian Airlines.

Secondo un rapporto Reuters della scorsa settimana, i dati recuperati dal registratore vocale della cabina di pilotaggio per Lion Air 610 rivelano che il capitano del volo può essere ascoltato mentre cerca freneticamente nel manuale di volo cercando di capire cosa stava succedendo, non la procedura giusta per spegnerlo , cosa era sta accadendo- mentre l'altro pilota combatteva contro il sistema automatizzato che spingeva ripetutamente il muso dell'aereo verso il basso, facendolo finire in picchiata verso il mare di Giava.

Per contrastare questo sistema, secondo il rapporto del New York Times, il pilota ai comandi avrebbe bisogno di premere un interruttore con il pollice che contrasterebbe il movimento a prua dell'aereo. Questa non è una soluzione totale, tuttavia, fa guadagnare al pilota solo pochi secondi extra aggiunti alla finestra di 40 secondi.

Per disattivare completamente la funzione MCAS che spingeva l'aereo in picchiata, i piloti avrebbero dovuto girare l'interruttore con il pollice, quindi premere altri due interruttori altrove che avrebbero spento l'alimentazione al motore che l'MCAS usava per spingere il naso in giù. Quindi, il pilota dovrebbe quindi girare una manovella per risolvere eventuali problemi rimanenti causati dal sistema prima di riprendere il controllo dell'aereo.

Tre diversi interruttori in un ordine specifico seguirono girando una ruota con una manovella - mentre combatteva un sistema di pilota automatico apparentemente deciso a mandare l'aereo in picchiata - in meno di 40 secondi. Nella simulazione, conoscendo in anticipo la procedura e sapendo che il sistema MCAS sarebbe stato attivato in modo da essere preparati per eseguire la manovra, i piloti sono stati in grado di spegnere con successo il sistema e far atterrare l'aereo in sicurezza.

"C'è una finestra limitata per risolvere questo problema e l'equipaggio [del volo 610 Lion Air] non sapeva nemmeno che questo sistema esistesse", ha detto al New York Times John Cox, un ex pilota del 737 e attualmente consulente per l'aviazione.

I piloti hanno anche testato il sistema MCAS aggiornato di Boeing, che hanno trovato meno aggressivo e più facile da controllare. Sono atterrati sani e salvi anche in tutti i test del nuovo software.

Il nuovo sistema costringe MCAS a fare affidamento su due sensori sul muso dell'aereo, non solo uno come era il caso prima dell'aggiornamento. Gli esperti di sicurezza si sono chiesti perché Boeing avrebbe fatto affidamento a un sistema così critico su un singolo sensore, quando la pratica standard per un sistema il cui guasto anche la stessa analisi di Boeing ha riconosciuto potrebbe portare alla perdita di vite umane, anche se sembrano aver sottovalutato la potenza e le implicazioni di questo sistema che si attiva durante il volo.


Guarda il video: Boeing 737 MAX 8 - Start and Takeoff Procedures - Santa Cruz - Bolivia (Potrebbe 2022).


Commenti:

  1. Yarema

    Mi dispiace interromperti, ma potresti fornire ulteriori informazioni.

  2. Riordan

    Si Certamente. E mi sono imbattuto in questo.

  3. Mikaramar

    Non essere truffato su questo account.

  4. Nortin

    Secondo me, ammetti l'errore. Mi offro di discuterne. Scrivimi in PM, parleremo.

  5. Nisida

    Tra noi parlando, secondo me, è ovvio. Ti consiglio di guardare in Google.com

  6. Wevers

    Tale è una vita. Non c'è niente da fare.

  7. Federico

    Non può essere!

  8. Mikacage

    Credo, che non hai ragione. sono sicuro. Posso dimostrarlo. Scrivimi in PM, comunicheremo.



Scrivi un messaggio