Miscellanea

L'analisi del sangue AI di IBM potrebbe rilevare l'Alzheimer prima di una scansione del cervello

L'analisi del sangue AI di IBM potrebbe rilevare l'Alzheimer prima di una scansione del cervello


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Purtroppo non esiste ancora una cura per l'Alzheimer. La malattia, che sconvolge il cervello, ha visto innumerevoli studi clinici che hanno cercato di trovare una cura con poca fortuna.

VEDERE ANCHE: LA MALATTIA DI ALZHEIMER PU ESSERE PREVISTA CON UN SEMPLICE ESAME DEGLI OCCHI

È stato ipotizzato che ciò sia dovuto al fatto che tali studi vengono condotti con soggetti con Alzheimer così avanzato che il loro cervello non può essere facilmente riparato. Ora, IBM sta utilizzando l'apprendimento automatico per creare un esame del sangue che potrebbe rilevare la malattia decenni prima ancora che i sintomi inizino.

Beta amiloide

La loro tecnica si basa sul monitoraggio di un peptide chiamato beta-amiloide che si dice mostri i segni del disturbo prima che la perdita di memoria progredisca.

Il responsabile dello studio Ben Goudey ha scritto in un blog che il suo team ha utilizzato "l'apprendimento automatico per identificare un insieme di proteine ​​nel sangue in grado di prevedere la concentrazione di beta-amiloide nel fluido spinale".

"I modelli che abbiamo costruito potrebbero un giorno aiutare i medici a prevedere questo rischio con una precisione fino al 77%", ha aggiunto.

Il ricercatore ha spiegato che il metodo è ancora nelle prime fasi della ricerca. Tuttavia, osserva che potrebbe aiutare in una migliore scelta di individui per le sperimentazioni cliniche.

Migliori studi clinici

Nuovi studi potrebbero essere condotti con pazienti con lieve deterioramento cognitivo ma concentrazioni di amiloide più elevate. È stato riscontrato che queste concentrazioni nel liquido spinale aumentano le possibilità che la malattia progredisca di 2,5 volte.

Sfortunatamente, la raccolta del liquido spinale è estremamente invasiva e costosa e quindi non adatta per determinare chi dovrebbe far parte delle sperimentazioni farmacologiche. È qui che entra in gioco il lavoro di IBM.

Lo studio è il primo a utilizzare un "approccio di apprendimento automatico per identificare gruppi di proteine ​​nel sangue che sono predittivi di un biomarcatore nel liquido spinale", ha aggiunto Goudey. "Questo approccio è facilmente estendibile per modellare altri biomarcatori basati sul fluido spinale".

Lo sviluppo è una gradita aggiunta nella lotta contro l'Alzheimer e altre malattie neurodegenerative che si verificano con l'avanzare dell'età. Poiché le persone tendono a vivere più a lungo, abbiamo bisogno di tutto l'aiuto che possiamo ottenere per gestire gli effetti di una popolazione che invecchia, offrendo alle persone una migliore qualità della vita.


Guarda il video: Neuroplasticità del cervello Prof. Stefano Pallanti (Potrebbe 2022).


Commenti:

  1. Devine

    Chiedi al tuo calcolatore

  2. Rahimat

    Penso che si commettano errori. Scrivimi in PM, parlane.

  3. Phoenix

    Trovo che non hai ragione. Sono sicuro. Noi discuteremo. Scrivi in ​​PM, comunicheremo.

  4. Brajind

    È interessante. Dimmi, per favore - dove posso trovare maggiori informazioni su questa domanda?

  5. Mahuizoh

    Informazioni molto buone



Scrivi un messaggio