Collezioni

Salute intestinale infantile legata al diabete di tipo 1

Salute intestinale infantile legata al diabete di tipo 1


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

I virus prolungati nell'intestino potrebbero portare al diabete di tipo 1. Una nuova ricerca del Center for Infection and Immunity (CII) presso la Columbia University Mailman School of Public Health e l'Università del New South Wales, Sydney, Australia, mostra un'associazione tra livelli elevati di enterovirus nel tratto intestinale dei bambini e autoimmunità delle isole , un precursore del diabete di tipo 1.

VEDI ANCHE: NEURONI DEL 'SECONDO CERVELLO' LOCALIZZATI NELL'INTESTINO OSSERVATI PER LA PRIMA VOLTA

Il 60% dei casi di diabete di tipo 1 di nuova diagnosi in Australia riguarda bambini e persone di età inferiore ai 25 anni.

I ricercatori che hanno collaborato hanno esaminato il sangue e le feci raccolti da 93 bambini nell'ambito dello studio Australian Viruses In the Genetically at Risk (VIGR), una coorte di bambini con almeno un parente di primo grado con diabete di tipo 1.

Virus abbondanti nei bambini con un precursore del diabete di tipo 1

L'esame dei campioni fecali ha mostrato 129 virus che erano più prevalenti nell'intestino dei bambini con autoimmunità delle isole rispetto ai loro controlli abbinati. Tra i 129, cinque virus dell'enterovirus-A erano significativamente più abbondanti.

Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare quale di questi virus è collegato all'autoimmunità delle isole e al diabete di tipo 1. È interessante notare che i campioni di sangue non hanno mostrato la stessa associazione tra enterovirus e autoimmunità delle isole. Ciò è probabile perché il sangue ha la capacità di ripulire il corpo dai virus più velocemente dell'intestino.

Lo studio potrebbe essere un grande passo verso una migliore comprensione del diabete

"Questi risultati rafforzano il modello secondo il quale gli enterovirus possono diffondersi dall'intestino al pancreas di un bambino e innescare l'autoimmunità nelle cellule che regolano lo zucchero nel sangue", afferma Thomas Briese, Ph.D., professore associato di Epidemiologia e CII a capo del progetto.

"Conoscere i tipi di virus coinvolti è un passo fondamentale verso lo sviluppo di nuove strategie per la prevenzione e il trattamento del diabete di tipo 1".

L'articolo appare sulla rivista Scientific Reports. Recentemente l'attenzione scientifica si è rivolta al nostro intestino e al nostro sistema digerente con diversi nuovi studi che mostrano collegamenti tra batteri intestinali e altri problemi di salute.

Uno studio recente ha scoperto che le persone con depressione avevano bassi livelli di batteri buoni noti come Coprococcus e Dialister, indipendentemente dal fatto che assumessero antidepressivi o meno.

La ricerca è stata condotta dal Flanders Institute for Biotechnology e dall'Università cattolica di Lovanio. Ha esaminato test medici e cartelle cliniche alla ricerca di collegamenti tra depressione e qualità della vita.

Salute intestinale legata alla salute mentale

Lo studio ha anche esaminato le feci di oltre 1.000 persone iscritte al Flemish Gut Flora Project. I risultati iniziali potrebbero avere impatti importanti sul trattamento delle condizioni di salute mentale.

Il ricercatore capo Jeroen Raes ha scoperto che la presenza degli insetti Faecalibacterium e Coprococcus erano più comuni nell'intestino di coloro che riferivano di avere un'elevata qualità mentale della vita.

Al contrario, coloro che soffrivano di depressione avevano bassi livelli sia di Coprococcus che di Dialister. Lo studio non suggerisce che una cattiva salute intestinale causi depressione, piuttosto i problemi di salute mentale possono avere gravi effetti sulla salute dell'apparato digerente e dell'intestino.

Tuttavia, in studi di follow-up i ricercatori hanno scoperto che i microbi intestinali hanno una certa capacità di parlare con il sistema nervoso umano producendo neurotrasmettitori che sono fondamentali per una buona salute mentale.

Raes ha affermato che le loro scoperte iniziali mostrano che i batteri intestinali possono produrre i precursori di sostanze come la dopamina e la serotonina. Entrambe queste sostanze chimiche hanno un ruolo fondamentale da svolgere nel cervello e gli squilibri dell'etere sono stati precedentemente collegati alla depressione.

Sia gli studi sul diabete che quelli sulla depressione mostrano che i nostri corpi operano in modo molto più interconnesso di quanto potremmo dargli credito. Pensare al proprio corpo come a un intero sistema sembra essere la chiave per comprendere disturbi più specifici.


Guarda il video: Glicemia sopra i 110 è diabete? (Potrebbe 2022).


Commenti:

  1. Kip

    Ritengo che non hai ragione. Mi sono assicurato. Posso dimostrarlo.

  2. Farmon

    In esso qualcosa è. Grazie per la spiegazione, lo trovo anche più facilmente meglio ...

  3. Kizahn

    È un'idea eccellente

  4. Wendell

    Esattamente! Questa mi sembra una buona idea. Sono d'accordo con te.

  5. Haydon

    Frase impareggiabile)



Scrivi un messaggio