Informazione

Azienda pionieristica di impianti porta speranza a chi ha problemi di udito

Azienda pionieristica di impianti porta speranza a chi ha problemi di udito

Al CES 2019, la società pioniera di dispositivi acustici Cochlear Limited ha mostrato i suoi ultimi dispositivi acustici impiantabili, sperando di aiutare quasi mezzo miliardo di persone in tutto il mondo che soffrono di ipoacusia disabilitante.

Ripristinare l'udito di una persona con la tecnologia

Alla conferenza è stata esposta un'ampia gamma di dispositivi Cochlear Limited, inclusa la serie di processori del suono Nucleus.

Il pluripremiato processore audio Nucleus 7, un prodotto presentato allo stand CES di Cochlear Limited, è più piccolo e leggero di qualsiasi altro impianto dietro l'orecchio al mondo, secondo la società, ed è attualmente il top di gamma -linea un impianto come puoi trovare attualmente.

L'elaboratore del suono Nucleus 7 funziona utilizzando un ricevitore-stimolatore per registrare i suoni entro la portata dell'impianto e convertirli in segnali elettrici. Questi vengono quindi fatti passare attraverso un elettrodo nell'orecchio interno per poi essere trasmessi al cervello come dati che il cervello può interpretare come suono.

Ha una durata della batteria superiore del 50% rispetto ai modelli precedenti, dispone di doppi microfoni che aiutano l'utente a filtrare il rumore di fondo e forniscono un'esperienza uditiva ottimale, e possono trasmettere i dati sonori simultaneamente a un apparecchio acustico ReSound che consente all'utente di ascoltare entrambi orecchie allo stesso tempo.

Nucleus 7 dispone anche di un'app Nucleus Smart che consente agli utenti di individuare processori del suono smarriti o persi, controllare la sensibilità del processore del suono per ridurre il rumore da dietro l'impianto o monitorare i progressi di un utente con Hearing Tracker.

Esperienza utente con Nucleus 7

Ad accompagnare Cochlear Limited al CES c'era Susan Beckett, ricevente gli impianti di Cochlear Limited e attuale utilizzatrice di Nucleus 7.

"Con l'elaboratore del suono Nucleus 7 non mi perdo niente e i miei impianti mi hanno dato una carriera. Sono in grado di lavorare per lo Stato del Nevada, dove gran parte del mio lavoro mi richiede di trascrivere registrazioni audio, cosa che non avrei mai potuto fare prima ", ha detto.

“Dopo aver sperimentato per la prima volta la perdita dell'udito al liceo, ho scoperto che gli apparecchi acustici non mi davano alcun beneficio, ma l'impianto cocleare sì. E l'aggiornamento all'elaboratore del suono Nucleus 7 ha significato avere una tecnologia che ha migliorato il divertimento e la produttività in così tante aree della mia vita, personale e professionale ".

Presentazione di una serie di soluzioni alla perdita dell'udito

Sebbene il processore Nucleus 7 fosse ovviamente la più grande vetrina per l'azienda al CES, hanno anche messo in evidenza altri dispositivi acustici nella gamma dell'azienda.

I loro apparecchi acustici a conduzione ossea erano in mostra per coloro che soffrivano di ipoacusia unilaterale, conduttiva o mista, nonché altri dispositivi. Hanno anche utilizzato un'esperienza di realtà virtuale e una dimostrazione della conduzione ossea per consentire ai partecipanti alla conferenza di vedere e ascoltare com'è avere l'impianto e come cambia l'udito dell'utente.

Scala globale di perdita dell'udito

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, ben 466 milioni di persone in tutto il mondo soffrono di qualche forma di ipoacusia disabilitante e si prevede che tale numero aumenterà fino a 900 milioni entro il 2050. L'OMS ritiene inoltre che potrebbero esserci fino a 72 milioni di persone in tutto il mondo che potrebbero trarre vantaggio dal tipo di tecnologia che Cochlear Limited sta sviluppando.

“La popolazione in più rapida crescita negli Stati Uniti è quella degli adulti di età superiore ai 65 anni e quasi un quarto delle persone di età compresa tra 65 e 74 anni soffre di ipoacusia. Per le persone di età pari o superiore a 75 anni, questa cifra sale al 50% delle persone che convivono con ipoacusia disabilitante ", ha affermato Patti Trautwein, Vice President of Marketing and Product Management di Cochlear Limited.

"Nonostante le sfide quotidiane di non essere in grado di prendere parte alle conversazioni o impegnarsi nella società nel modo in cui erano solite, molte persone non sono ancora consapevoli che potrebbero essere adatte a un dispositivo acustico impiantabile come un impianto cocleare . Meno del 5% delle persone che potrebbero trarre vantaggio da un impianto cocleare ne ha effettivamente uno ".

Cochlear Limited vuole cambiare questa traiettoria

Cochlear Limited è da decenni un produttore leader di apparecchi acustici, quindi non sorprende che la loro formazione sia così straordinaria e profonda quanto è, qualcosa che non molti partecipanti al CES per la prima volta possono puntare.

"Cochlear è leader del settore da quasi 40 anni con la prima tecnologia al mondo", afferma Trautwein, "e non rallenteremo molto presto quando si tratta di innovazione continua e di rendere la nostra tecnologia accessibile a coloro che ne trarrebbero vantaggio. Ascoltiamo sempre le esigenze delle persone ipoacusiche, così possiamo aiutare più persone, di tutte le età, ad ascoltare e a connettersi con le opportunità della vita

Dal 1981, i dispositivi di Cochlear Limited sono stati utilizzati da oltre 550.000 persone in oltre 100 paesi. Portando i loro dispositivi al CES 2019, la loro speranza è di educare il pubblico sulle loro opzioni per affrontare la perdita dell'udito, opzioni di cui potrebbero non essere a conoscenza.

"Il CES ci offre l'opportunità", afferma Trautwein, "di entrare in contatto direttamente con i consumatori per istruirli sulla perdita dell'udito e su come la nostra tecnologia può aiutarli quando gli apparecchi acustici non sono sufficienti".


Guarda il video: Rumori alla spalla: bisogna preoccuparsi? (Gennaio 2022).