Collezioni

Che cos'è NFV: nozioni di base sulla virtualizzazione delle funzioni di rete

Che cos'è NFV: nozioni di base sulla virtualizzazione delle funzioni di rete


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Network Functions Virtualization, NFV è un approccio alla rete di telecomunicazioni in cui le entità di rete che tradizionalmente utilizzavano elementi hardware dedicati vengono ora sostituite con computer su cui viene eseguito il software per fornire la stessa funzionalità.

Eseguendo una rete basata su NFV, tecniche di virtualizzazione delle funzioni di rete, è più facile espandere e modificare la rete ed è in grado di fornire una flessibilità considerevolmente maggiore, oltre a essere in grado di standardizzare su gran parte dell'hardware in quanto consiste di elaborazione aggiuntiva energia. In questo modo i costi possono essere notevolmente ridotti.

Sfondo di virtualizzazione delle funzioni di rete

L'hardware di rete fisica tradizionale è sempre stato difficile da modificare e aggiornare. L'introduzione di una patch software o il lancio di un nuovo servizio su una rete fisica possono richiedere mesi per essere completati. Ciò richiede tempo e denaro.

Di conseguenza, gli operatori OTT di Over-The-Top sono stati in grado di ottenere un punto d'appoggio significativo sul mercato poiché utilizzano solo la rete e non ne ereditano i problemi. Gli operatori OTT possono avviare una piattaforma Internet basata su software che può essere implementata quasi immediatamente ed eseguita sopra l'hardware esistente.

NFV, la virtualizzazione delle funzioni di rete è iniziata con le reti di telecomunicazioni mobili con la promessa di rendere le reti più flessibili e molto più facili da aggiornare e modificare.

Il concetto di virtualizzazione delle funzioni di rete è stato introdotto per la prima volta nel novembre 2012 come parte dell'ISG ETSI per fornire riduzioni di CAPEX e OPEX relative all'hardware.

Man mano che sono stati realizzati ulteriori sviluppi con NFV, l'agilità dei servizi è diventata uno dei principali driver per lo sviluppo della virtualizzazione delle funzioni di rete.

Funzioni di rete NFV Nozioni di base sulla virtualizzazione

NFV, la virtualizzazione delle funzioni di rete è un concetto che virtualizza i principali elementi di una rete. In questo modo, anziché avere un hardware dedicato per fornire una determinata funzione, viene utilizzato un software in esecuzione su un computer / server.

In questo modo intere classi di funzioni del nodo di rete possono essere configurate come elementi costitutivi che possono essere collegati per creare reti di telecomunicazioni globali.

NFV utilizza la virtualizzazione dei server tradizionale, ma estende il concetto in modo significativo. In questo modo una o più macchine virtuali che eseguono software diversi e forniscono processi diversi, oltre a server ad alto volume standard del settore, sono in grado di fornire le funzioni di switch e storage, o anche dell'infrastruttura di cloud computing, invece di avere appliance hardware personalizzate per ciascuna funzione di rete.

Esempi di funzioni virtualizzate che possono essere fornite includono: bilanciatori del carico virtualizzati, firewall, dispositivi di rilevamento delle intrusioni, acceleratori WAN, router, controllo degli accessi e fatturazione.

Framework NFV

Come con qualsiasi sistema, una rete che utilizza le tecniche NFV può essere suddivisa in una serie di elementi. Quelli per la virtualizzazione delle funzioni di rete sono:

  • Funzioni di rete virtualizzate, VNF: Le funzioni di rete virtualizzate comprendono il software utilizzato per creare le varie funzioni di rete nel loro formato virtualizzato. Questi vengono quindi distribuiti sull'hardware, ovvero sull'infrastruttura di virtualizzazione delle funzioni di rete.
  • Infrastruttura di virtualizzazione delle funzioni di rete, NFVI: L'NFVI è costituito da tutti i componenti hardware e software contenuti nell'ambiente in cui vengono distribuiti i VNF.

    Uno dei vantaggi di NFV è che l'infrastruttura NFV, NFVI, può essere posizionata in diverse posizioni fisiche, consentendo agli operatori di collocare in genere i propri centri nelle posizioni più convenienti. La rete che fornisce la connettività tra queste posizioni fa parte dell'infrastruttura NFV.

  • Framework architetturale per la gestione della virtualizzazione e l'orchestrazione delle funzioni di rete, NFV-MANO Architectural Framework: NFV-MANO è costituito dai vari blocchi funzionali in qualsiasi forma che consenta lo scambio di informazioni, la manipolazione e l'archiviazione necessarie per gestire ed eseguire NFVI e VNF, la rete per funzionare correttamente e fornire miglioramenti significativi in ​​termini di efficienza e prestazioni rispetto ad altre forme di rete.

Le aree NFVI e NFV-MANO della rete sono costruite all'interno della piattaforma NFV complessiva. Questa piattaforma implementa funzionalità di livello carrier utilizzate per gestire e monitorare i vari componenti, ripristinare i guasti e fornire una sicurezza efficace. Queste funzioni sono tutte necessarie per gestire una rete di operatori pubblici.

Differenza tra NFV e SDN

La virtualizzazione delle funzioni di rete e il networking definito dal software sono strettamente collegati, ma non sono la stessa cosa. Spesso i termini vengono utilizzati in modo errato come sinonimi.

I punti principali di ciascuno sono riassunti di seguito in modo che sia SDN che NFV possano essere valutati con le loro somiglianze e differenze.

  • Software Defined Networking, SDN: SDN si occupa della sostituzione di protocolli di rete standardizzati con controllo centralizzato. Di conseguenza, SDN promette di ridurre la complessità dei protocolli di controllo della rete distribuita con la semplicità della programmazione di un controllore globale. In quanto tale, ciò migliora notevolmente la flessibilità poiché solo una singola istanza deve essere aggiornata per riflettere una modifica.

    Così SDN separa il controllo della rete e i piani di inoltro e fornisce una vista centrale per un'implementazione e un funzionamento più efficienti dei servizi di rete.

  • Virtualizzazione delle funzioni di rete, NFV: NFV sostituisce gli elementi di rete proprietari di NE con software che gira su server standard. In altre parole, NFV si concentra sull'ottimizzazione dei servizi di rete stessi.

    Questa tecnica separa le funzioni di rete dall'hardware proprietario, posizionandole su server o computer più generici in modo che queste funzioni possano essere eseguite nel software per fornire maggiore flessibilità per il funzionamento, le modifiche e gli aggiornamenti.

Sebbene le due tecnologie siano simili in quanto entrambe utilizzano software, sono in realtà molto diverse, raggiungendo obiettivi diversi. Le differenze tra NFV e SDN indicano che entrambe le tecniche possono essere utilizzate sulla stessa rete in modo reciprocamente vantaggioso.

Argomenti sulla connettività wireless e cablata:
Nozioni di base sulle comunicazioni mobili2G GSM3G UMTS4G LTE5GWiFiIEEE 802.15.4 Telefoni cordless DECT NFC- Near Field Communication Fondamenti di rete Cos'è il cloudEthernetDati serialiUSBSigFoxLoRaVoIPSDNNFVSD-WAN
Torna a Connettività wireless e cablata


Guarda il video: Cloud introduction (Luglio 2022).


Commenti:

  1. Kendell

    Non cambierai nulla.

  2. Kejind

    Come mai?

  3. Jarrod

    Ti sono molto grato. Enorme grazie.

  4. Ourson

    Sorprendente ma vero. La tua risorsa è costosa. Almeno all'asta potrebbe essere venduta per un buon denaro.

  5. Thurl

    Penso che abbiano torto. Propongo di discuterne. Scrivimi in PM.



Scrivi un messaggio