Collezioni

Simboli del circuito dei componenti elettronici

 Simboli del circuito dei componenti elettronici

Simboli distinti sono stati usati per rappresentare i diversi tipi di componenti elettronici nei circuiti, sin dall'inizio della scienza elettrica ed elettronica.

Oggi, i simboli dei circuiti e il loro utilizzo sono stati praticamente standardizzati. Ciò consente a chiunque di leggere uno schema di circuito e sapere cosa fa in tempi relativamente brevi. I simboli schematici vengono utilizzati per rappresentare diversi componenti elettronici e dispositivi negli schemi circuitali, dai fili alle batterie e dai componenti passivi ai semiconduttori, circuiti logici e circuiti integrati altamente complicati.

Utilizzando un insieme comune di simboli di circuiti negli schemi, è possibile per gli ingegneri elettronici di tutto il mondo comunicare le informazioni sui circuiti in modo conciso e senza ambiguità.

Non ci vuole troppo tempo per imparare il significato dei diversi simboli del circuito. Spesso questo accade quando si impara comunque sull'elettronica generale. I simboli per circuiti integrati più complicati e simili tendono ad essere scatole con il loro numero di tipo incluso, e questo significa che non c'è una varietà infinita di simboli diversi da apprendere e comprendere.

Sebbene ci siano diversi standard in uso per i diversi simboli di circuito in tutto il mondo, le differenze sono normalmente piccole e poiché la maggior parte dei sistemi è ben nota, normalmente c'è poco spazio per l'ambiguità.

Sistemi di simboli di circuiti

Esistono vari sistemi diversi utilizzati per i simboli schematici in tutto il mondo. Sebbene ci siano alcune differenze tra loro, i diversi organismi di standardizzazione realizzano la necessità di simboli comuni e la maggior parte sono gli stessi. I principali sistemi di simboli dei circuiti e organismi di standardizzazione sono:

  • IEC 60617: Questo standard è emesso dalla Commissione elettrotecnica internazionale e questo standard per i simboli dei componenti elettronici si basa sul vecchio standard britannico, BS 3939, che a sua volta è stato sviluppato dal molto più vecchio British Standard 530. Spesso si fa riferimento allo standard dei componenti elettrici BS, e lo standard IEC è ora quello utilizzato. Il database include complessivamente circa 1750 simboli di circuiti.
  • Standard ANSI Y32: Questo standard per i simboli dei componenti elettronici è quello americano ed è anche noto come IEEE Std 315. Questo standard IEEE per i simboli dei circuiti ha varie date di rilascio.
  • Standard australiano AS 1102: Questo è uno standard australiano per i simboli dei componenti elettronici.

Di questi gli standard IEC e ANSI / IEEE per i simboli elettronici, ovvero i simboli schematici sono quelli più utilizzati. Entrambi sono abbastanza simili tra loro sebbene ci siano una serie di differenze. Tuttavia, poiché molti schemi circuitali vengono utilizzati a livello globale, entrambi i sistemi saranno ben noti alla maggior parte degli ingegneri elettronici.

Notazione circuitale e designatori di riferimento

Quando si sviluppa uno schema circuitale o uno schema elettrico, è necessario identificare i singoli componenti. Ciò è particolarmente importante quando si utilizza un elenco delle parti poiché i componenti sullo schema del circuito possono essere correlati in modo incrociato all'elenco delle parti o alla distinta materiali. Inoltre è fondamentale identificare i componenti in quanto spesso sono contrassegnati sul circuito stampato e in questo modo è possibile identificare il circuito e il componente fisico per attività come riparazione, ecc.

Per identificare i componenti, viene utilizzato ciò che viene definito un designatore di riferimento del circuito. Questo designatore di riferimento del circuito è normalmente costituito da una o due lettere seguite da un numero. Le lettere indicano il tipo di componente e il numero definisce quale particolare componente di quel tipo è. Un esempio può essere R13, o C45, ecc.

Per standardizzare il modo in cui i componenti vengono identificati negli schemi, l'IEEE ha introdotto uno standard IEEE 200-1975 come "Designazioni di riferimento standard per parti e apparecchiature elettriche ed elettroniche". Questo è stato successivamente ritirato e successivamente l'ASME (American Society of Mechanical Engineers), ha avviato il nuovo standard ASME Y14.44-2008.

Di seguito sono riportati alcuni dei designatori di riferimento del circuito più comunemente utilizzati:

Designatori di riferimento dello schema del circuito più comunemente usati
Designatore di riferimentoTipo di componente
ATTAttenuatore
BRRaddrizzatore a ponte
BTbatteria
CCondensatore
DDiodo
FFusibile
CIRCUITO INTEGRATOCircuito integrato: un'abbreviazione non standard alternativa ampiamente utilizzata
JConnettore jack (normalmente ma non sempre si riferisce al contatto femmina)
LInduttore
LSAltoparlante
PSpina
PSAlimentazione elettrica
QTransistor
RResistore
SInterruttore
SWSwitch: un'abbreviazione non standard alternativa ampiamente utilizzata
TTrasformatore
TPPunto di test
TRTransistor: un'abbreviazione non standard alternativa ampiamente utilizzata
UCircuito integrato
VRResistenza variabile
XTrasduttore
XTALCristallo: un'abbreviazione non standard alternativa ampiamente utilizzata
ZDiodo Zener
ZDDiodo Zener: un'abbreviazione non standard alternativa ampiamente utilizzata

Simboli dello schema elettrico

Poiché ci sono molti simboli di circuiti diversi per coprire l'ampia gamma di diversi componenti di tutti i tipi, sono stati suddivisi e presentati su pagine diverse in base alle loro categorie

Pagine dei simboli del circuito
Tipo di componenteLink
Resistenze Simboli del circuito resistore.
Condensatori Simboli del circuito del condensatore.
Componenti induttivi Simboli del circuito dei componenti induttivi.
Diodi Simboli del circuito a diodi.
Transistor bipolare Simboli del circuito a transistor bipolare.
Transistor ad effetto di campo, FET Simboli del circuito FET.
Fili, interruttori, connettori Simboli di circuiti di fili, interruttori e connettori.
Blocchi di circuiti analogici Il circuito analogico blocca i simboli del circuito.
Funzioni logiche Simboli del circuito logico.

Utilizzando i vari simboli del circuito standard negli schemi schematici, è possibile creare un diagramma che non è solo di facile lettura, ma anche aperto a meno interpretazioni errate rispetto a quando si utilizzano simboli non standard.


Guarda il video: Tecniche di Manutenzione - La dissaldatura di integrati SMD (Gennaio 2022).